BAMBILAT homepageper la mamma che sceglie il meglio, e risparmia


Posizioni per l'allattamento al seno
 
La mamma prima di allattare deve scegliere un ambiente tranquillo, deve cercare di rilassarsi, deve sedersi comodamente, e può essere utile usare cuscini per sorreggere il bambino. Il bambino può essere tenuto in qualsiasi posizione che comunque gli permetta di respirare liberamente e, per evitare la formazione di ragadi, è importante che si attacchi al seno afferrando sia il capezzolo che l'areola (la zona scura intorno al capezzolo).
 
Le posizioni possibili sono le seguenti:
  • posizione seduta: è la posizione più comune. Il bambino viene tenuto in braccio, con la testa a livello della piega del gomito. Il piccolo ha il corpo girato verso la mamma, in modo che il viso del bambino sia rivolto proprio di fronte al seno materno.
  • posizione distesa: sul fianco, il bimbo sul fianco, girato verso la mamma, con la testa all'altezza del seno. Questa posizione è utile quando si allatta a letto
  • posizione rugby: il bambino è tenuto come un pallone da rugby (bisogna sostenere il suo corpo con un braccio all'altezza dell'ascella materna, il capo con l'altra mano) in modo che la sua testa sia davanti al seno. Questa posizione è particolarmente utile per le mamme che hanno tendenza all'ingorgo mammario perché svuota i dotti più profondi.

Suggerimenti
:
  • Spingere delicatamente la guancia del bambino il più possibile vicino al seno, e il piccolo inizierà a cercare il capezzolo (riflesso di cercamento)
  • comprimere capezzolo ed areola tra pollice ed indice in modo che il bambino possa attaccarsi facilmente, afferrandoli contemporaneamente
  • sostenere se necessario il seno da sotto con la mano per evitare eventualmente che il seno non sfugga dalla bocca del bambino per il peso della mammella
 
Come allattare

E' necessario alternare il seno da offrire al bambino, per mantenere un buon apporto di latte in entrambe le mammelle.
La poppata dovrebbe durare circa 20-30 minuti (non oltre per evitare che il piccolo, succhiando a vuoto, irriti il capezzolo).
Di solito il bambino si stacca da solo dal seno, ma se si deve interrompere il pasto non va allontanato lasciando che rimanga attaccato al capezzolo, perché ciò può facilitare la comparsa di ragadi.
L'emissione dell'aria introdotta durante il pasto è detta "ruttino". Spesso si associa al "rigurgito" di piccole quantità di latte. Il "ruttino" non è obbligatorio, ed è errato credere che in sua assenza il latte non venga digerito.
Tra una poppata e l'altra la cute del seno deve essere mantenuta asciutta e morbida per prevenire le ragadi.
 
Suggerimenti:
  • indossare indumenti traspiranti e non costringenti
  • attaccare il bambino al primo seno per circa 10-15 minuti, poi all'altro
  • alternare il seno con cui cominciare la poppata
  • interrompere la suzione infilando un dito nell'angolo della bocca del bimbo, spingendo poi il seno verso il basso
  • tenere il bambino in posizione verticale con il capo appoggiato sulla vostra spalla per favorire i "ruttini" e contemporaneamente battere delicatamente qualche piccolo colpo sulla sua schiena.
  • Lavare e asciugare con cura i capezzoli dopo ogni pasto, coprirli con garze o con coppette (senza protezioni impermeabili) ma sostituirle di frequente se umide; non lavare i capezzoli con saponi eccessivamente sgrassanti ma solo con acqua.
 
 
   Farma 1000 Srl (P.IVA 12547530759)     
 
BAMBILAT 1
Latte in polvere per lattanti.

BAMBILAT 2
Latte in polvere di proseguimento.

BAMBILAT HA
Latte in polvere per lattanti ipoallergenico.

BAMBILAT AR
Latte in polvere antirigurgito.

BAMBILAT AC
Latte in polvere anticoliche.

CIUCCIOMED
Succhiotto per uso medicinale.


Valori nutrizionali
Tracciabilità
Controllo

Il prezzo più basso
Confronti


Distribuzione
Domande frequenti
News
Contatti
Mappa

Press Room